Morgan saluta “l’esperienza, l’abilità e la natura calma” di Jordan nella vittoria del T20I dell’Inghilterra sul Sud Africa

 L’ex skipper inglese Eoin Morgan ha elogiato “l’esperienza, l’abilità e la natura calma” del pacer Chris Jordan nel spingere i padroni di casa a una vittoria di 41 run sul Sud Africa nel primo T20I a Bristol.

Dopo che Jonny Bairstow (90 su 53 palloni), Moeen Ali (52 su 18 palloni) e Dawid Malan (43 su 23 palloni) hanno portato l’Inghilterra a 234-6, Jordan è stato impressionante con i suoi Yorkers, subendo solo tre e cinque punti dal 18° e il 20° over rispettivamente per porre fine alle possibilità di una rapina vincente in ritardo da parte del Sud Africa. Nel complesso, Jordan aveva cifre di 0-30 sui suoi quattro over quando l’Inghilterra ha preso il vantaggio di 1-0 in una serie di tre partite.

“È stato estremamente importante e penso che quando ragazzi come quelli vengono e producono, sì, può essere trascurato molte volte, ma in una partita ad alto punteggio come stasera hai bisogno di quell’esperienza, quell’abilità, quella natura calma in cui lui fa i suoi affari”. “È l’attivista più esperto d’Inghilterra, vince tutti i difficili over che sono poco gratificanti per la maggior parte del tempo. T20 è un gioco di cricket che attrae potenti battitori, partite ad alto punteggio, e questo è il lato sfavillante e glamour di esso”, ha detto Morgan dopo la partita.

Morgan ha anche sottolineato che Jordan ha eseguito molto bene i suoi piani e ha usato le sue variazioni molto più che nelle precedenti partite per l’Inghilterra. “Se hai una squadra in grado di produrre bowling come questo quando ne hai bisogno è assolutamente impagabile. Ho pensato che fosse estremamente chiaro. Ha lavorato bene con il suo skipper Jos Buttler e i suoi piani hanno funzionato alla perfezione, non importa quanto fossero semplici e ovviamente lui ha usato la sua variazione un po’ di più oggi di quanto probabilmente gli abbiamo visto fare in passato”. L’ex tuttofare sudafricano Shaun Pollock ha descritto il bowling di Jordan nei suoi ultimi due over come “uno dei migliori death over” che avesse mai visto. “Il gioco è in gioco e tu sei a capo di dove doveva essere il Sudafrica, quindi forse le cose sono a tuo favore, ma ora devi atterrare nella giusta area. Ti attieni allo stesso piano di gioco, non cambi perché spesso i giocatori di bocce scelgono varianti diverse perché si sentono come se dovessero farlo.” “Hai combinazioni di mancini e destri che aggiungono un dilemma leggermente diverso al problema e vai su e lo inchiodi. Non solo lo inchiodi nei primi tre di quattro, ma ti fermi per rimanere con quello anche quando cambiano le loro opzioni e quelle ultime tre palline sono consegne di punti. Questo riassume il gioco”. Pollock ha anche elogiato il giovane Tristan Stubbs, che ha tenuto il Sudafrica alla ricerca di un’improbabile vittoria con un vorticoso 72 su 28 palle nella prima possibilità di battere nel cricket T20I. “Da un Prospettiva sudafricana, cerchi persone che mostrino questo tipo di abilità al livello più alto per spuntare il marcatore. Quando lo vedi farlo in questo modo, è il tipo di ragazzo con cui vorresti correre, vero?” “È il tipo di ragazzo che pensi, ha il potenziale per vincere le partite sul suo possedere. Più esperienza gli avremo, più sarà in grado di produrre, quindi questa potrebbe essere sicuramente la sua rampa di lancio”.

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.