Amazon afferma che la spesa dei consumatori rimane forte, in controtendenza rispetto alla più ampia oscurità al dettaglio

All’inizio di questa settimana, Walmart e Best Buy hanno entrambi abbassato le prospettive di profitto per il secondo trimestre e l’intero anno, innescando campanelli d’allarme in tutto il settore della vendita al dettaglio che l’aumento dell’inflazione stava incidendo sulla spesa dei consumatori.

Le azioni di altri rivenditori, tra cui Amazon, Target e Macy’s, sono diminuite in seguito all’annuncio di Walmart per i timori che avrebbero visto venti contrari simili.

Ma giovedì i dirigenti di Amazon hanno suggerito che il gigante dell’e-commerce non ha visto il tipo di impatto inflazionistico che sta danneggiando altri rivenditori. In una conferenza stampa in cui si discuteva dei risultati del secondo trimestre di Amazon, è stato chiesto al CFO Brian Olsavsky se l’inflazione avesse cambiato il modo in cui i consumatori spendono i loro soldi.

“Non abbiamo ancora visto nulla”, ha detto Olsavsky. “Abbiamo visto un aumento della domanda durante il trimestre e abbiamo avuto un giugno molto forte”.

Amazon ha fatto progressi nel riportare i prodotti in stock e le velocità di consegna sono in gran parte tornate alla normalità, ha affermato Olsavsky, dopo un periodo in cui le sue operazioni di evasione e logistica sono state stressate da una raffica di ordini online causata dalla pandemia. Ha suggerito che i consumatori hanno notato il miglioramento e, a loro volta, hanno acquistato più cose durante il trimestre.

I consumatori stanchi dell’inflazione non hanno mostrato segni di riduzione della spesa, ma ciò non è stato comunque sufficiente per ripristinare la crescita del business dell’e-commerce di Amazon. Le vendite online sono diminuite del 4% anno su anno, poiché molti acquirenti sono tornati nei negozi fisici, portando a un più ampio rallentamento dell’attività di e-commerce dai massimi della pandemia.

Amazon ha fornito una visione ottimistica dei mesi a venire. Per il trimestre in corso, Amazon ha affermato che prevede che le vendite si aggireranno tra $ 125 e $ 130 miliardi, con una crescita dal 13% al 17%. Gli analisti prevedono vendite di 126,4 miliardi di dollari, secondo Refinitiv. Questo, insieme a entrate che hanno superato le aspettative, ha fatto aumentare lo stock di oltre il 13% dopo l’orario di lavoro.

Amazon ha un vantaggio particolare del suo rivale Walmart.

Lunedì, il grande rivenditore ha affermato che l’aumento dei costi di generi alimentari e gas ha costretto i consumatori a stringere la cinghia, costringendoli a spendere di più per beni di prima necessità come il cibo e meno per settori come l’elettronica e l’abbigliamento. Ciò significava che i biglietti più alti iniziavano ad accumularsi sugli scaffali. A sua volta, Walmart ha scontato in modo aggressivo gli articoli indesiderati, il che ha danneggiato i suoi margini di profitto.

Amazon è rafforzata da un maggiore mix di consumatori a reddito medio e alto, mentre Walmart è “pesantemente guidato” dai consumatori a basso reddito, che sono più sensibili all’inflazione, ha affermato Andrew Lipsman, analista principale di eMarketer.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.