La mungitura del cordone ombelicale può migliorare la salute nei neonati a termine e a breve termine non vigorosi

Un trattamento per spostare il sangue dal cordone ombelicale nel corpo di un neonato può migliorare la salute generale dei neonati classificati come non vigorosi: flosci, pallidi e con respirazione minima, suggerisce uno studio finanziato dal National Institutes of Health. La procedura, nota come mungitura del cordone ombelicale, consiste nello spremere delicatamente il cordone tra il pollice e l’indice e spingere lentamente il sangue nell’addome. Rispetto ai bambini non vigorosi che ricevono il trattamento standard del clampaggio immediato del cordone ombelicale, i bambini sottoposti a mungitura del cordone ombelicale avevano meno probabilità di aver bisogno di supporto cardiaco e respiratorio, meno probabilità di avere un basso livello di ossigeno nel cervello e più probabilità di avere una maggiore livelli di emoglobina, una sostanza che indica la presenza di globuli rossi.

Lo studio è stato condotto dall’ospedale per donne e neonati Sharp Mary Birch di San Diego e colleghi presso istituzioni negli Stati Uniti, Canada e Polonia. Appare nell’American Journal of Obstetrics and Gynecology .

“I risultati dello studio forniscono la prova che la mungitura del cordone ombelicale per neonati non vigorosi a termine e a breve termine può essere un’alternativa sicura ed efficace al clampaggio immediato del cordone ombelicale”, ha affermato MD, dell’Eunice Kennedy Shriver  National Institute of Child Health and Human Development del NIH (NICHD), che ha finanziato lo studio.

La pratica standard per i bambini non vigorosi consiste nel bloccare e tagliare immediatamente il cordone ombelicale in modo che il bambino possa essere rianimato rapidamente. Molti ricercatori sono preoccupati, tuttavia, che ciò possa privarli del sangue necessario e peggiorarne l’esito. I bambini non vigorosi sono a rischio di complicazioni come bassi livelli di ossigeno nel cervello, paralisi cerebrale e ictus. Nel presente studio, gli autori hanno cercato di determinare se la mungitura del cordone ombelicale per neonati non vigorosi potesse fornire benefici simili al bloccaggio ritardato del cordone ombelicale in meno tempo

L’attuale raccomandazione (link is external)  per i neonati vigorosi a termine è di ritardare il clampaggio e il taglio del cordone ombelicale per almeno 30-60 secondi dopo la nascita. Ciò consente al sangue del cordone ombelicale di entrare nella circolazione del neonato. Rispetto ai neonati sottoposti a clampaggio immediato del cordone ombelicale, i neonati a termine sottoposti a clampaggio ritardato hanno livelli di emoglobina e ferro più elevati. I neonati pretermine sottoposti a clampaggio del cordone ombelicale ritardato hanno meno bisogno di trasfusioni di sangue, hanno meno probabilità di avere un’emorragia all’interno del cervello e hanno meno probabilità di avere enterocolite necrotizzante, un deterioramento dell’intestino pericoloso per la vita.

I bambini non vigorosi nello studio sono stati assegnati in modo casuale a sottoporsi a mungitura del cordone ombelicale o a clampaggio immediato. Per la mungitura del cavo, i fornitori presenti hanno munto 20 centimetri di cavo per due secondi, quindi hanno ripetuto questa procedura tre volte. Di oltre 16.000 bambini nati dopo 35-42 settimane di gravidanza e sottoposti a screening in 10 istituti, 1.730 sono stati inclusi nell’analisi.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.