La Cina contro il piano degli Stati Uniti di sostenere la produzione di semiconduttori nostrana: Biden

Il presidente degli Stati Uniti ha discusso l’importanza dei semiconduttori e la necessità di supportare il loro assemblaggio locale, una strategia fondamentale per la sua organizzazione.
WASHINGTON: Incolpando direttamente la Cina per aver mediato nei cicli normativi americani, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden host ha affermato che il Chinese Communist Gathering (PCC) sta facendo una campagna per andare contro l’entrata del CHIPS Act, che ha lo scopo di motivare per aiutare la fabbricazione di semiconduttori, in il Congresso degli Stati Uniti poiché è collegato alla sicurezza pubblica.
Biden ha presentato l’accusa mentre parlava in un ufficio della Lockheed in Alabama responsabile della raccolta di razzi Javelin martedì. Gli Stati Uniti e i suoi partner hanno inviato 5.500 giavellotti in Ucraina per sostenere le sue guardie contro l’animosità russa fino ad oggi. Biden ha anche chiesto al Congresso degli Stati Uniti 33 miliardi di dollari in più per migliorare la sicurezza e l’aiuto monetario all’Ucraina.
Durante il suo discorso, Biden ha discusso allo stesso modo del significato dei semiconduttori e della necessità di supportare il loro assemblaggio locale, un’esigenza strategica chiave per la sua organizzazione. Gli Stati Uniti, secondo il National Institute for Standards and Technology del Dipartimento del Commercio, erano generalmente prevalenti nelle catene di scorte mondiali di semiconduttori, eppure la loro parte del limite di produzione mondiale è crollata dal 40% nel 1990 all’11% nel 2020 anche se il loro lavoro in un ambito di iniziative, dalle automobili ai nuovi progressi, si è notevolmente ampliato.

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.