Il PMI manifatturiero indiano ai massimi di 8 mesi poiché l’allentamento delle pressioni sui prezzi aumenta la domanda

Il settore manifatturiero indiano ha assistito a un’impennata al ritmo più rapido degli ultimi otto mesi a luglio, grazie alla robusta crescita di nuovi ordini e produzione, poiché la domanda ha continuato a crescere sulla scia dell’allentamento delle pressioni sui prezzi.

Secondo un sondaggio di S&P Global, l’  indice dei responsabili degli acquisti di produzione è aumentato a 56,4 a luglio da 53,9 di giugno. Il numero è rimasto al di sopra del livello 50 che separa la crescita dalla contrazione per un tredicesimo mese.

L’indagine ha suggerito che l’economia indiana è rimasta resiliente, almeno per ora, nonostante i timori per un aumento più rapido dei tassi di interesse, massicci deflussi di capitali, un indebolimento della rupia e un rapido rallentamento dell’economia globale.

Mentre sia i nuovi ordini che la produzione sono cresciuti al ritmo più rapido da novembre, sia i prezzi di input che quelli di output sono aumentati al ritmo più lento degli ultimi mesi, con un ulteriore impulso alla domanda.

“L’industria manifatturiera indiana ha registrato una gradita combinazione di crescita economica più rapida e inflazione in calo durante il mese di luglio”, ha affermato  Pollyanna De Lima , direttore associato per l’economia presso S&P Global Market Intelligence.

“Con la diminuzione dell’incidenza delle carenze, il tasso di inflazione dei costi di input è sceso al minimo di 11 mesi a luglio, trascinando successivamente il tasso di aumento dei prezzi alla produzione al più debole in quattro mesi”.

Se ciò si traduce in pressioni generali sui prezzi, che hanno già mostrato segni di allentamento a causa del rallentamento dei prezzi delle materie prime e dei generi alimentari, potrebbe fornire un po’ di respiro alla  Reserve Bank of India .

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.