L’80% delle morti materne negli Stati Uniti è prevenibile: studio

Più dell’80% delle morti materne negli Stati Uniti in due anni è dovuto a cause prevenibili, secondo un nuovo rapporto del CDC.

Le madri nere hanno rappresentato circa un terzo dei decessi e oltre il 90% dei suoi decessi tra le madri indigene era prevenibile.

“È importante. È travolgente. È straziante”, ha detto a USA Today Alison Bryant, MD, specialista in gravidanza ad alto rischio e direttore medico senior dell’equità sanitaria presso il Massachusetts General Hospital. “Significa che siamo molto occupati”, ha detto.

 In questo rapporto, i ricercatori del CDC hanno confrontato i suoi decessi legati alla gravidanza dal 2017 al 2019, sulla base dei dati della Commissione investigativa sulle morti materne, un gruppo multidisciplinare in 36 stati che studia le circostanze che circondano i decessi materni. Morti indagate.

Dei suoi 1.018 decessi nel periodo di 2 anni, 839 si sono verificati entro il primo anno dal parto. Circa il 22% dei decessi si è verificato durante la gravidanza e il 25% si è verificato il giorno del parto o entro la prima settimana dopo il parto. Tuttavia, il 53% aveva più di 7 giorni dopo il parto. La malattia mentale, tra cui overdose di droga e decessi per suicidio, è stata la causa principale, seguita da sanguinamento o sanguinamento estremo. Circa un quarto dei decessi è dovuto a malattie mentali, il 14% a emorragie e il 13% a malattie cardiache. Il resto era associato a infezione, embolia, cardiomiopatia e malattia ipertensiva.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.