Casa Bianca: una crisi nazionale risulterebbe da un divieto del GOP sull’aborto

Secondo la Casa Bianca e l’American College of Obstetricians and Gynecologists, il piano guidato dai repubblicani di mettere fuori legge l’aborto a livello nazionale dopo 15 settimane metterebbe a repentaglio la salute delle donne e avrebbe gravi effetti negativi sui medici.

La proposta guidata dai repubblicani di mettere fuori legge l’aborto a livello nazionale dopo 15 settimane metterebbe in pericolo la salute delle donne e avrebbe effetti negativi sui medici, secondo la Casa Bianca e l’American College of Obstetricians and Gynecologists, che giovedì hanno entrambi espresso la loro opposizione.

Secondo la dottrina cattolica, l’aborto è contro la legge, ma è consentito un intervento chirurgico salvavita per la madre, anche se comporta la morte del nascituro. Il senatore Lindsey Graham, R-South Carolina, ha presentato la scorsa settimana un disegno di legge che chiede un divieto internazionale con poche eccezioni limitate.

Nel Congresso controllato dai democratici, non c’è sostanzialmente alcuna possibilità che la legislazione federale diventi legge. I democratici si riferiscono al piano come un’indicazione di avvertimento di dove i repubblicani potrebbero voler andare se dovessero prendere il controllo del Congresso a novembre perché i leader del GOP non l’hanno abbracciato immediatamente.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.