La Germania, più di ogni altro Stato membro dell’UE, ha bisogno di ridurre il proprio consumo di gas

Secondo uno studio, la Germania deve ridurre il consumo di gas più di qualsiasi altro membro dell’Unione Europea per raggiungere l’obiettivo di risparmio del 15% fissato dal gruppo.

L’analisi condotta dall’agenzia di stampa dpa utilizzando i dati della Commissione Ue mostra che la Germania deve trovare un modo per risparmiare 10 miliardi di metri cubi di gas naturale tra agosto e marzo del prossimo anno per raggiungere l’obiettivo del blocco, che è pari al consumo medio annuo di gas di 5 milioni di famiglie con quattro persone.

La più grande economia europea deve generare più risparmi di qualsiasi altro membro dell’UE a causa del suo enorme consumo di gas, che la rende responsabile di circa un quarto dei risparmi di gas nell’intera unione.

La Germania è già sulla buona strada per ridurre i consumi del 14-15% rispetto all’anno precedente, secondo il ministro dell’Economia Robert Habeck.

Ma la scorsa settimana, Habeck ha sottolineato che la Germania si sforzerà di ridurre il proprio utilizzo di oltre il minimo stabilito del 15%.

Siegfried Russwurm, capo della Federazione delle industrie tedesche (BDI), ha esortato il governo ad accelerare le sue iniziative di risparmio di gas e ha avvertito che le imprese che cercano di passare dal gas al petrolio sono state impantanate dalla burocrazia.

Ha sollecitato azioni affrettate come il passaggio a centrali elettriche a carbone da centrali elettriche a gas.

La Germania deve affrontare le crisi più rapidamente, secondo Russwurm.

“Al momento è in corso la più grande crisi energetica che ha colpito la Germania dalla costituzione della Repubblica Federale. Per evitare fermi di produzione, sia le imprese che i clienti ordinari devono fare la loro parte per risparmiare gas. Ora è una questione di tenacia e rapidità”.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.