Elon Musk intenta una controquerela accusando Twitter di frode.

Secondo fonti dei media, Elon Musk ha accusato Twitter di frode in una controquerela per la sua offerta cancellata da 44 miliardi di dollari per il business dei social media, sostenendo che la società ha nascosto le informazioni essenziali e ha fuorviato il suo team sulla sua genuina base di utenti.
La controquerela presentata giovedì dal miliardario CEO di Tesla, secondo il Washington Post, afferma che Twitter ha violato il Texas Securities Act, ha violato un contratto e ha commesso una frode.
Secondo il Wall Street Journal, le controdeduzioni di Musk sono state presentate in via confidenziale la scorsa settimana e rese pubbliche in un deposito alla fine di giovedì presso la Delaware Chancery Court.

Musk ha fatto un’offerta di acquisto per l’azienda all’inizio di quest’anno, ma in seguito ha cercato di ritirarsi dall’accordo affermando che la rete di social media era piena di molti più “bot spam” e account fasulli di quanto Twitter avesse riconosciuto.
Per fargli concludere la transazione, Twitter ha intentato una causa. La controquerela di Musk è stata presentata in risposta.
Secondo The Post e The Journal, gli avvocati di Musk hanno affermato che Twitter ha in realtà 65 milioni di “utenti attivi giornalieri monetizzabili” in meno rispetto a quanto afferma (238 milioni), sulla base delle proprie rivelazioni.
Secondo il deposito, la maggior parte degli annunci di Twitter è esposta solo a una piccola percentuale della base di utenti dell’azienda.

Inaspettatamente, Twitter ha risposto alle accuse di Musk prima che le controdeduzioni di Musk fossero rese pubbliche.
Un accordo di fusione che Musk non sentiva più allettante ha indotto Twitter a etichettare la giustificazione di Musk come “una storia, costruita nel tentativo di fuggire”.
Il processo in merito è fissato per il 17 ottobre.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.