In uno sviluppo significativo per la guida autonoma, Baidu introduce i primi servizi di taxi senza conducente della Cina a Chongqing e Wuhan.

Le licenze per operare i taxi completamente automatizzati sono state concesse lunedì alla società di ricerca e intelligenza artificiale.

Baidu beats Waymo as biggest robotaxi service provider - Chinadaily.com.cn
Ora ha il sopravvento in una feroce concorrenza con altre start-up di veicoli elettrici per commercializzare la tecnologia di guida autonoma come risultato della decisione rivoluzionaria.

In uno sviluppo significativo per il futuro della mobilità nella Cina continentale, lunedì i taxi completamente autonomi inizieranno a circolare nelle strade di Chongqing e Wuhan.
L’approvazione per iniziare a gestire i servizi di taxi senza pilota ha dato a Baidu, la più grande società di motori di ricerca e intelligenza artificiale in Cina, il vantaggio nella forte concorrenza tra le start-up di veicoli elettrici intelligenti (EV) per commercializzare la tecnologia di guida autonoma.
Secondo la società, le licenze concesse al suo servizio di guida autonoma Apollo Go, che consentirà ai clienti di prenotare corse robotaxi senza la presenza di conducenti umani, rappresentano “un punto di svolta chiave” per il futuro della mobilità cinese.
Diventa la prima azienda sulla terraferma a gestire taxi completamente autonomi su strade pubbliche.

Wei Dong, responsabile delle operazioni di sicurezza del gruppo di guida intelligente di Baidu, ha dichiarato di “credere che questi permessi siano una pietra miliare chiave sulla strada verso il punto di svolta quando l’industria può finalmente implementare servizi di guida completamente autonomi su larga scala”.
I 10 taxi autonomi che raggiungeranno le strade la prossima settimana non avranno un “ufficiale di sicurezza” umano al volante in caso di emergenza, a differenza della sua robotassi che è stata rilasciata ad aprile a Pechino. Il rilascio delle licenze dimostra la fiducia dei regolatori cinesi nella tecnologia.

Cao Hua, partner della società di private equity Unity Asset Management, ha affermato che “le autorità cinesi sono in genere molto conservatrici e [spesso] non sono disposte a dare il via libera alle innovazioni tecnologiche e ai prodotti innovativi”. Prima di poter ottenere i permessi necessari, i taxi senza conducente hanno dovuto dimostrare la loro estrema sicurezza.

A partire da lunedì, secondo Baidu, saranno posizionati cinque robotaxis in ciascuna delle due città.
Il robotasse preleva i passeggeri dalle 9:30 alle 16:30 a Chongqing, che si trova nel sud-ovest ed è la più grande metropoli cinese con circa 30 milioni di abitanti. A Wuhan, capoluogo di provincia di Hubei, nella Cina centrale, i taxi autonomi saranno operativi dalle 9:00 alle 17:00.
Trenta chilometri quadrati del distretto di Yongchuan a Chongqing e tredici chilometri quadrati della zona di sviluppo economico e tecnologico di Wuhan saranno coperti dalle aree di servizio.

La più grande piattaforma di guida autonoma open source al mondo, Apollo, è stata introdotta da Baidu nel 2017. Oltre al business robotaxi, sta accelerando lo sviluppo e la produzione di veicoli elettrici intelligenti per uso domestico per sfruttare la rapida elettrificazione delle strade della Cina continentale.
Jidu, la divisione automobilistica dell’azienda, prevede di iniziare la produzione in serie del suo primo modello nel 2019. In tal modo, Jidu competerà con Tesla, il principale produttore mondiale di veicoli elettrici, e con una serie di altri rivali della terraferma come Nio , XPeng e Li Auto.
La società ha dichiarato all’inizio di quest’anno che il suo primo modello sarebbe in grado di guidare autonomamente di livello 4 (L4), riferendosi a veicoli che in genere non necessitano dell’intervento umano.

Un sistema di classificazione creato dall’organizzazione di standardizzazione SAE International classifica la maggior parte dei veicoli intelligenti sulle strade continentali come livello 2 (L2) o L2+, che richiedono l’intervento umano e stabiliscono che il conducente deve essere sveglio e pronto a prendere il controllo.
Poiché Baidu offre sconti significativi per pubblicizzare il suo servizio di trasporto senza conducente, un passeggero che prende un taxi Apollo Go in un’area designata di 60 kmq di Pechino pagherà solo pochi yuan per corsa. I taxi ordinari in genere costano più di 2 yuan al km nelle grandi città come Pechino e Shanghai.
Con una decisione rivoluzionaria, le autorità di regolamentazione statunitensi hanno consentito alla società di guida autonoma Cruise di fornire corse a noleggio completamente senza conducente in alcune parti di San Francisco a gennaio.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.