I negoziati di libero scambio con il Regno Unito procedono più rapidamente: Inder Goyal

NUOVA DELHI: I negoziati per il proposto accordo di libero scambio tra India e Regno Unito stanno procedendo a un ritmo più rapido, ha affermato martedì il ministro del Commercio e dell’Industria Piyush Goyal.

L’accordo mira a rafforzare il commercio bilaterale e gli investimenti tra i due paesi.

L’India ha firmato un patto commerciale con gli Emirati Arabi Uniti in un tempo “record” e “ora i nostri colloqui con il Regno Unito si stanno muovendo a un ritmo più veloce”, ha affermato Goyal.
In tali patti, due o più paesi riducono o eliminano significativamente i dazi doganali sul numero massimo di merci scambiate tra di loro. Inoltre, facilitano le norme per promuovere il commercio di beni e investimenti.

A gennaio, l’India e il Regno Unito hanno avviato formalmente i colloqui per un accordo di libero scambio. Hanno fissato la scadenza per la conclusione dei colloqui di Diwali.
L’India sta anche negoziando patti simili con Canada, Unione Europea (UE) e Israele, ha affermato, aggiungendo che molte altre nazioni hanno mostrato un vivo interesse nel negoziare accordi commerciali con l’India.

Il Consiglio di cooperazione del Golfo (GCC), l’Unione economica eurasiatica (EAEU) e l’Associazione europea di libero scambio (EFTA) vogliono negoziare questi patti, ha affermato.

Tuttavia, ha aggiunto che il ministero del Commercio non ha risorse sufficienti per negoziare contemporaneamente un patto di libero scambio con più nazioni.
GCC è un’unione di sei paesi nella regione del Golfo, vale a dire Bahrain, Kuwait, Oman, Qatar, Arabia Saudita e Emirati Arabi Uniti. I membri dell’EFTA sono Svizzera, Norvegia, Islanda e Liechtenstein. L’EAEU a cinque nazioni comprende Russia, Armenia, Bielorussia, Kazakistan e Kirghizistan.

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.