Ameba mangiacervelli sospettata di essere stata la seconda morte nel Midwest

Un bambino probabilmente è morto per una rara infezione causata da un’ameba mangia-cervello dopo aver nuotato in un fiume Nebraska orientale, hanno detto i funzionari sanitari, rendendolo il secondo decesso probabile nel Midwest quest’estate e sollevando la questione se il cambiamento climatico stia giocando un ruolo.

Il Dipartimento della Salute della contea di Douglas con sede a Omaha, nel Nebraska, ha riferito mercoledì che i medici ritengono che il bambino sia morto di meningoencefalite amebica primaria, un’infezione solitamente fatale causata dall’ameba naegleria fowleri. Funzionari sanitari ritengono che il bambino sia entrato in contatto con l’ameba domenica mentre nuotava nel fiume Elkhorn, appena a ovest di Omaha

Il mese scorso, un residente del Missouri è morto per la stessa infezione probabilmente causata dall’ameba del Lago dei Tre Fuochi nell’Iowa sudoccidentale. I funzionari dell’Iowa hanno chiuso la spiaggia del lago per precauzione per quasi tre settimane.

Le persone di solito vengono infettate quando l’acqua contenente l’ameba entra nel corpo attraverso il naso mentre nuota o si tuffa in laghi e fiumi. Altre fonti sono state documentate, inclusa l’acqua del rubinetto contaminata in una città dell’area di Houston nel 2020. I sintomi includono febbre, mal di testa, nausea o vomito, progressione al torcicollo, perdita di equilibrio, allucinazioni e convulsioni.

I Centers for Disease Control and Prevention affermano che le infezioni da naegleria fowleri sono rare – ci sono circa tre casi negli Stati Uniti ogni anno – ma che tali infezioni sono estremamente fatali.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.