La Cina abbassa la menzione dell’obiettivo del PIL, punta invece ai “migliori risultati possibili”.

La Cina si sforzerà di ottenere i migliori risultati possibili per l’economia quest’anno, hanno affermato i media statali giovedì dopo una riunione ad alto livello del Partito Comunista al potere, in contrasto con i precedenti inviti a raggiungere il suo obiettivo di crescita economica per l’intero anno.

Nella seconda metà del 2022, la Cina dovrebbe “stabilizzare occupazione e prezzi, mantenere le operazioni economiche entro limiti ragionevoli e sforzarsi di ottenere i migliori risultati possibili”, ha riferito l’agenzia di stampa statale Xinhua, dopo il Politburo di 25 membri presieduto dal presidente Xi Jinping si è incontrato per valutare l’economia. Gli analisti si aspettano ampiamente che la Cina manchi il suo obiettivo di crescita economica per il 2022, di circa il 5,5%, per la prima volta dal 2015, con la sua economia di $ 18 trilioni quest’anno colpita da ampi cordoli COVID, incluso il blocco completo

Il prodotto interno lordo nella prima metà è cresciuto solo del 2,5% rispetto all’anno precedente, indicando un’enorme pressione nella seconda metà, tra i timori di una recessione globale, le incertezze della guerra in Ucraina e le preoccupazioni per eventuali blocchi ricorrenti di COVID.

Xi, all’apertura di un forum BRICS il 22 giugno, ha affermato che la Cina adotterà più misure per raggiungere i suoi obiettivi economici annuali riducendo al minimo l’impatto della sua prevenzione e controllo del COVID-19 per quanto possibile. Ma durante un giro di ispezione nel centro città di Wuhan il 28 giugno, ha affermato che la Cina “cercherà di raggiungere un livello relativamente buono di sviluppo economico quest’anno”. Allo stesso modo, la scorsa settimana, il premier Li Keqiang ha dichiarato al World Economic Forum che la Cina “cercherà risultati relativamente buoni nello sviluppo economico per tutto l’anno”.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.