Le società commerciali stanno liquidando le scommesse sull’aumento dei tassi a causa dei problemi dell’economia del Regno Unito.

Sinossi

I prezzi delle obbligazioni sono aumentati nelle ultime tre settimane poiché gli investitori sono diventati più fiduciosi che la BOE dovrà adottare una politica monetaria più accomodante. Il rendimento dei gilt a 10 anni è diminuito per la prima volta mensilmente da novembre 2021 a luglio, scendendo di 34 punti base all’1,89%.

Gli operatori sono meno sicuri che la Banca d’Inghilterra attuerà il più grande aumento dei tassi dal 1995 perché l’economia del Regno Unito sta peggiorando di giorno in giorno. Un aumento di 50 punti base sembrava inevitabile solo poche settimane fa ei mercati monetari indicavano la completa convinzione in una strategia più aggressiva per combattere l’inflazione. Ma ora la scena si fa più confusa. Poiché la probabilità è scesa al 70%, più strateghi suggeriscono che 25 punti base sarebbero un’opzione migliore. A causa dell’aumento dei prezzi dell’energia e del calo dei redditi familiari a causa dell’inflazione, si prevede che più persone cadranno in povertà. Il Fondo monetario internazionale ha emesso un avviso che tra le principali nazioni industrializzate, la Gran Bretagna vedrebbe la crescita più lenta nel 2019. Un ex funzionario della BOE ritiene che il Regno Unito stia già attraversando una recessione.

Secondo lo stratega di Citigroup Inc. Jamie Searle, la BOE deve decidere se seguire la tendenza al rialzo virale o mantenere le cose tradizionali e procedere con cautela di fronte agli ostacoli alla crescita. Gli investitori che prevedono un aumento dei tassi più elevato citano come giustificazione la promessa della BOE di “agire in modo deciso” se avesse osservato un’inflazione sostenuta a giugno. I dati lo hanno innegabilmente supportato, con il più rapido aumento dei prezzi al consumo nel Regno Unito in 40 anni. Il tasso di riferimento aumenterebbe di 25 punti base all’1,5%, secondo NatWest Markets e Morgan Stanley. Imogen Bachra, capo della strategia sui tassi del Regno Unito, e Ross Walker, capo economista del Regno Unito, hanno scritto per NatWest che “l’aumento delle possibilità di recessione dovrebbe mettere in guardia contro un indebito inasprimento delle politiche”.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.