Un’altra società cinese quotata al Nasdaq, Missfresh, fallisce a causa dell’indebolimento dell’economia.

Uno dei nuovi volti dell’industria dell’e-commerce cinese, Missfresh, un rivenditore quotato al Nasdaq, è crollato giovedì dopo aver fatto il drammatico annuncio che stava licenziando la maggior parte del suo personale e non ha pagato centinaia di fornitori.
Un altro avvertimento per investire in servizi Internet incentrati sulla Cina è il crollo di Missfresh, che ha raccolto almeno 2 miliardi di dollari da illustri investitori come Tencent Holdings e Tiger Global. La politica di Pechino “zero dinamico” per il Covid-19 è anche responsabile del rallentamento dell’economia n. 2 al mondo.

Poiché la sua attività principale di consegna di frutta e verdura era in gran parte giunta al termine, giovedì il prezzo delle azioni di Missfresh sul Nasdaq era sceso a soli 14 centesimi di dollaro, solo l’1% del suo prezzo di offerta pubblica iniziale di 13 dollari lo scorso giugno. In una dichiarazione, la società ha dichiarato che i servizi sarebbero stati temporaneamente sospesi a causa di “ottimizzazione del personale”.
Ma per i fornitori, i dipendenti ei clienti dell’azienda con sede a Pechino, la storia è finita.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.