L’indagine rivela che uno stabilimento Toyota ha fabbricato dati sulle emissioni già nel 2003.

Sinossi

Quest’anno, dopo aver ammesso di aver fabbricato dati relativi alle emissioni e all’efficienza del carburante di quattro motori, Hino ha istituito il comitato, composto da avvocati e un consulente aziendale. Il comitato ha affermato in un rapporto che le sue conclusioni, rese pubbliche martedì, descrivono un ambiente rigido in cui era difficile per il personale provare “sicurezza psicologica”. Secondo il presidente del comitato, il senso di realizzazione precedente del management ha giocato un ruolo nel plasmare la cultura. Un’indagine sponsorizzata dall’azienda ha rivelato martedì che un’importante affiliata della Toyota Motor Corp giapponese aveva fabbricato dati sulle emissioni di alcuni motori già nel 2003, più di un decennio prima di quanto si pensasse in precedenza. In una rara critica alla cultura aziendale giapponese, la commissione d’inchiesta incaricata dalla casa automobilistica Hino Motors Ltd. ha accusato la crisi di un ambiente in cui gli ingegneri non si sentivano autorizzati ad affrontare i capi. Quest’anno, dopo aver ammesso di aver fabbricato dati relativi alle emissioni e all’efficienza del carburante di quattro motori, Hino ha istituito il comitato, composto da avvocati e un consulente aziendale. Il comitato ha affermato in un rapporto che le sue conclusioni, rese pubbliche martedì, descrivono un ambiente rigido in cui era difficile per il personale provare “sicurezza psicologica”.

La cultura è stata promossa, secondo il presidente della commissione Kazuo Sakakibara, un ex procuratore capo dell’Ufficio del pubblico ministero del distretto di Osaka, dalla percezione della direzione del risultato ottenuto. In un briefing, ha detto: “Non sono stati in grado di adattarsi o guardare se stessi in modo obiettivo a causa delle dimensioni dei loro trionfi passati e non sono stati consapevoli dei cambiamenti nell’ambiente e nei valori esterni. “L’organizzazione si è trasformata in un’organizzazione che è disorganizzato, dove gli individui non sono in grado di esprimere i propri limiti”.

Il presidente di Hino ha espresso rammarico ai media e ha assicurato loro che la direzione ha preso sul serio i suoi doveri. Entro tre mesi, la società ha promesso, svilupperà una nuova struttura di governo societario. La società ha affermato che, piuttosto che il periodo di tempo precedentemente rivelato intorno al 2016, il comitato aveva scoperto prove di fabbricazione risalenti al 2003.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.