Oracle e Microsoft annunciano la disponibilità di Oracle Database Service per Microsoft Azure

Oracle collabora con Microsoft per offrire ai clienti di Azure un accesso diretto e semplificato ai database Oracle su Oracle Cloud Infrastructure (OCI)

Oracle Corp e Microsoft Corp hanno annunciato oggi la disponibilità generale di Oracle Database Service per Microsoft Azure. Con questa nuova offerta, i clienti di Microsoft Azure possono eseguire facilmente il provisioning, accedere e monitorare i servizi Oracle Database di livello aziendale in Oracle Cloud Infrastructure (OCI) con un’esperienza familiare. Gli utenti possono migrare o creare nuove applicazioni in Azure e quindi connettersi ai servizi di database Oracle gestiti ad alte prestazioni e disponibilità, come il database autonomo in esecuzione su OCI.

Offrire ai clienti la scelta con le funzionalità multicloud di Azure e OCI

Negli ultimi due decenni, migliaia di clienti si sono affidati al software Microsoft e Oracle che lavoravano bene insieme per eseguire le loro applicazioni business-critical. Man mano che i clienti migrano applicazioni e dati nel cloud, continuano a cercare soluzioni congiunte dai loro partner software di fiducia. Dal 2019, quando Oracle e Microsoft hanno collaborato per fornire Oracle Interconnect per Microsoft Azure, centinaia di organizzazioni hanno utilizzato le interconnessioni sicure e private in 11 regioni globali.

 

Microsoft e Oracle stanno estendendo questa collaborazione per semplificare ulteriormente l’esperienza multicloud con l’annuncio di Oracle Database Service per Microsoft Azure. Molti clienti congiunti, tra cui alcune delle più grandi società del mondo come AT&T, Marriott International, Veritas e SGS, desiderano scegliere i migliori servizi tra i fornitori di cloud per ottimizzare le prestazioni, la scalabilità e la capacità di accelerare i propri sforzi di modernizzazione del business. Il servizio di database Oracle per Azure si basa sulle funzionalità principali di Oracle Interconnect per Azure e consente a qualsiasi cliente di integrare più facilmente i carichi di lavoro su Microsoft Azure con i servizi di database Oracle su OCI. Non sono previsti addebiti per l’utilizzo di Oracle Database Service per Microsoft Azure, Oracle Interconnect per Microsoft Azure o dati in uscita o in ingresso durante lo spostamento dei dati tra OCI e Azure. I clienti pagheranno solo per gli altri servizi Azure o Oracle che utilizzano, come Azure Synapse o Oracle Autonomous Database.

“Microsoft e Oracle hanno una lunga storia di collaborazione per supportare le esigenze dei nostri clienti congiunti e questa partnership è un esempio di come offriamo scelta e flessibilità ai clienti mentre si trasformano digitalmente con la tecnologia cloud”, ha affermato Corey Sanders, vicepresidente aziendale , Microsoft Cloud per l’industria e l’espansione globale. “La decisione di Oracle di selezionare Microsoft come partner privilegiato rafforza il rapporto tra le nostre due società e offre ai clienti la certezza di lavorare con due leader del settore”.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.